Pantaloni corti VS Cervelli corti

Il problema non è indossare pantaloni corti,è indossare un cervello corto.

Ha fatto comprensibilmente molto rumore la didascalia a una foto pubblicata su Io Donna del Corriere della Sera.

“L’attrice non si separa mai neppure dagli shorts. Peccato non sia così magra da poterli indossare con disinvoltura”.

C’è un’unica parola che può racchiudere tutte le sensazioni che ho provato leggendo tale idiozia: schifo.

Per molto tempo mi sono sentita un brutto anatroccolo, o meglio, gli altri mi hanno fatto sentire tale.
Non ero abbastanza carina, ero troppo magra, senza forme, con troppi peli sulle gambe, con gli occhiali troppo grandi, strabica, con l’apparecchio per i denti, coi jeans che cadevano informi…

Ho passato l’adolescenza a invidiare tutte le ragazze che mi circondavano vedendo in loro una bellezza che io mi ero convinta di non possedere.
E ricordo ancora come se fosse oggi le risate, le battutine al vetriolo, le prese in giro plateali davanti a tutti nel cortile della scuola.
Ricordo ancora mia mamma asciugare fiumi di lacrime che bruciavano più dell’acido.

Ci ho messo una vita, una v-i-t-a intera a piacermi davvero e ad avere un rapporto sereno e felice col mio corpo. Ma la donna di oggi, quando si specchia, rivede ancora la tredicenne insicura e fragile che gli altri avevano il potere di spezzare con un niente. La rivedo e non me la dimentico: perché è parte di me, mi ricorda ogni giorno la fatica che a volte facciamo per stare bene e volerci bene, mi ricorda la bellezza della vittoria quando ci riusciamo, ma mi ricorda anche, purtroppo, quanto il mondo possa essere profondamente crudele e stupido.
Non avevo bisogno che me lo ricordasse anche un giornale come Io Donna.

Vergognatevi per queste parole. Vergognatevi per la cattiveria gratuita, per la crudeltà e per la stupidità che avete dimostrato e che – quella sì – indossate davvero con troppa disinvoltura.

Il problema non è indossare pantaloni corti, è indossare un cervello corto. Sapete, sull’autostima si può lavorare, e alla fine riusciamo a piacerci, ad amarci così come siamo, anche se persone come voi certo non ci rendono la vita facile.
Per la stupidità, invece, temo non ci sia proprio niente da fare.

3 pensieri su “Pantaloni corti VS Cervelli corti

  1. Astralla ha detto:

    Che gran verità che racconti! Anche io, seppure non troppo preoccupata, ci ho messo anni per accettare davvero per quella che sono, testa e corpo! Non perché non mi vedessi, bada, ma perché l’immagine venduta dai media non ha mai assomigliato alla me reale! In tutti i casi creo sia davvero un sintomo lampante di cervelli tutt’altro che fini questa voglia perenne di giudicare gli altri così da non guardare nel proprio “giardino”!

    Liked by 1 persona

    • Marta ha detto:

      Eh già, hai proprio ragione. Per non parlare delle carrellate di vip in costume da bagno con tanto di fotografie improbabili che mettono in risalto fantomatici difetti, solo perché le “comuni mortali” possano dire “ah be’, visto che pure lei ha la cellulite?! Allora io mi consolo!” Quanta amarezza…

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...